Riguardo al ponte interrotto su Via Prenestina Polense il Cdq di Castelverde ha svolto un incontro con tutti i comitati e le associazioni colpite dall’emergenza di questo incontro abbiamo divulgato, in accordo con gli altri CdQ e Associazioni un comunicato:

“COMUNICATO DEL 13 APRILE 2018 SULLA SITUAZIONE DEL PONTE INTERROTTO SU VIA POLENSE
Nell’incontro organizzato nella serata del 13 Aprile 2018 presso l’Aula civica di Castelverde da tutti i CDQ e Associazioni presenti nel territorio interessato dalla chiusura della viabilità di via Polense è emerso che nella mattinata si è svolto un incontro tecnico con gli organi interessati del Municipio VI, ed i referenti del dipartimento Simu e Mobilità e dei vari Uot competenti per fare il punto sulla situazione riguardo al ponte pericolante ed interdetto al traffico dai Vigili del Fuoco sulla via Polense.
Va precisato che il VI Municipio purtroppo non ha alcuna competenza per la problematica trattata, tuttavia per senso di responsabilità verso i cittadini si è assunto l’onere di Dirigere e Coordinare i lavori e gli interventi per arrivare prima possibile alla miglior soluzione concretamente attuabile.
Si è appreso che i temi da affrontare sono diversi, ma di fatto quello che vincola tutti i procedimenti è la relazione tecnica della Sovrintendenza che lunedì 16 aprile effettuerà un sopralluogo atto a verificare l’antichità del ponte per poi esprimersi sulla ricostruzione, l’abbattimento o il restauro. Se potrà essere abbattuto ovviamente si farà più grande e anche a norma, togliendo ad esempio il simil guard-rail e ripristinando i parapetti. Se invece si dovrà restaurare, la prima cosa che si dovrà fare per consentirne il restauro è ovviamente provvedere ad un rinforzo strutturale adeguato, che verrà realizzato dal SIMU mediante la realizzazione di un idonea struttura di supporto in tubi di acciaio da posizionare sotto le arcate del ponte stesso prima di poter procedere al restauro vero e proprio.
Nell’immediato comunque, già da lunedì prossimo l’Autorità Fluviale interverrà iniziando a dragare l’alveo del fiume sotto il ponticello, ripristinando il transito delle acque sotto le tre arcate del ponte, visto che al momento buona parte di queste arcate sono completamente ostruite dai rifiuti.
Contemporaneamente a quanto sopra riportato e per ottenere comunque la riapertura di via Polense importantissima strada di collegamento locale ma di una parte dell’hinterland laziale, sono stati attivati anche due altri canali risolutivi a carattere temporaneo: il primo riguarda l’attivazione del Genio Militare che sembrerebbe la soluzione più veloce in quanto si provvederebbe con un ponte provvisorio che può essere istallato in pochissimi giorni è necessario comunque che il gabinetto della Raggi (peraltro già in contatto con il Municipio) debba intervenire sulla prefettura che a sua volta attiva il 6 gruppo Pontieri della Cecchignola che provvede rendere operativo un nuovo passaggio per i mezzi mediante l’utilizzo delle loro tecnologie; la seconda soluzione, più complicata riguarda invece la realizzazione di una strada alternativa da far passare su un terreno agricolo privato vicino, dove il proprietario ha già dato la sua disponibilità al passaggio, ma che ricade sotto l’egida del Comune di Montecompatri, il quale dovrà concedere quindi l’autorizzazione per la realizzazione di questa opera che comunque diventa molto più lunga da realizzare.
Per quanto riguarda la viabilità del versante è stata presentata la richiesta di rivedere tutta la viabilità locale allargando di molto il raggio delle deviazioni da adottare al fine di iniziare a dirottare e smistare il traffico prima ancora che arrivi alle zone direttamente interessate dall’interruzione, in primis fra tutte, Castelverde, Osa, Lunghezza e Villaggio Prenestino, quindi nell’arco di una settimana o due al massimo verrà affissa apposita segnaletica ad hoc concordata anche con i Vigili Urbani per deviare il traffico di passaggio su altre arterie limitando così il traffico solamente a quello locale in modo tale da evitare anche la sofferenza che attualmente subisce via Perano. Per quanto riguarda il ripristino del passaggio pedonale sul ponticello, bisogna specificare che nel momento in cui avvenne il crollo (e quindi non una semplice buca o voragine come molti ancora credono si tratti) il fiume Osa era interessato da una momentanea piena (quindi un innalzamento anomalo delle acque) dovuta ai precedenti giorni e l’elevata quantità d’acqua che ci scorreva creava una elevata pressione sui pilastri del ponte stesso e per questo motivo i Vigili del Fuoco lo dichiararono ad elevata pericolosità imponendone la chiusura totale; ad oggi invece, visto che il livello delle acque è rientrato abbassandosi a livelli normali stanno valutando la possibilità di riaprire una piccola parte del ponticello al transito pedonale con la supervisione della Polizia di Roma Capitale che nel caso di piogge forti ed insistenti avrà comunque il potere di chiuderlo immediatamente fino a cessate esigenze. Una ulteriore proposta è quella di riaprire la vecchia via Prenestina per il periodo dell’emergenza deviando il flusso della viabilità su Via prenestina nuova. Ascoltate e valutate le informazioni del Municipio i Cdq e le associazioni interessate dalla interdizione della viabilità di via Polense hanno deciso di:
1) Inviare una lettera di protesta e denuncia a tutti gli organi competenti sottoscritta da tutti i cdq e le associazioni interessate dall’emergenza;
2) Predisporre una raccolta firme per il ripristino immediato della viabiltà,
3) Presentare la lettera di protesta con una delegazione dei cdq alla prossima commissione utile del Comune (martedì 17 Aprile).
4) Presentare la lettera di protesta attraverso una delegazione dei cdq alla prossima commissione utile del Municipio (martedì 17 Aprile)
5) Fissare un nuovo incontro con tutte le associazioni e cdq interessati dall’emergenza per venerdì 20 Aprile per fare il punto della situazioni ed eventualmente proporre nuove azioni.
6) Di rimandare l’incontro fissato per martedì 17 con tutti i cittadini per monitorare lo sviluppo degli eventi della prossima settimana considerate le commissioni dedicate all’emergenza che si terranno martedì 17.

Tutte le informazioni relative all’emergenza ripristino viabilità via Polense saranno comunicate con i mezzi di informazione a disposizione dei Cdq e Associazioni.
Firmato Cdq e Associazioni emergenza viabilità via prenestina Polense”

Nella data di ieri siamo andati con una delegazione in Municipio per partecipare ad una commissione che era stata gia’ calendarizzata per il blocco della via polense ma da questa non sono emerse grandi novita’, siamo in attesa di una risposta del SIMU.

Domani 19/04/2018 altra delegazione andrà’ in Comune a Via Petroselli per partecipare ad una commissione chiamata ad  hoc per capire se ci sono novità’ riguardo alla risoluzione dell’emergenza.

Nel frattempo sta girando una raccolta firme per i vari quartieri.

Vi aggiorneremo se in questi giorni avremo novita’!!!

 

RACCOLTA FIRME COMMISSIONE VIA PETROSELLI ISTANZA CDQ E ASSOCIAZIONI